DIETA DELLA PASTA

Adatta a chi ha il metabolismo lento e problemi di digestione.

Con la Dieta della pasta è possibile dimagrire con un regime alimentare sano ed equilibrato senza rinunciare ai carboidrati.

Considerata la principale nemica della linea, la pasta è la prima a venir eliminata quando si deve dimagrire. Un errore, infatti la pasta è un alimento fondamentale, un cibo che non deve mai esser eliminato dalla propria alimentazione, se non per un breve periodo (15-20 giorni). In un programma ipocalorico che vada a fornire dalle 1400 alle 1600 calorie giornaliere, perdere peso è tutt’altro che un’utopia.

La pasta è costituita principalmente dal frumento, che come tutti i cereali appartiene al gruppo dei carboidrati. Queste sostanze sono la principale fonte di energia per l’organismo, e dunque non può mancare in un’alimentazione corretta.

Gli amanti della pasta, e in Italia sono davvero tanti, potrebbero ottenere ottimi risultati sia dal punto di vista della linea che da quello dell’umore con la dieta della pasta, tra l’altro non richiede il calcolo ossessivo delle calorie (le quantità dei cibi sono libere) ma punta tutto sugli abbinamenti giusti.

La dieta della pasta è un regime alimentare molto completo che prevede il consumo adeguato di tutte le sostanze necessarie alla salute: zuccheri complessi o carboidrati (pasta, riso, pane) e zuccheri semplici (frutta), proteine (carni, pesci, uova, formaggi), ortaggi (frutta e verdure) e grassi.

La dieta della pasta fornisce circa 1.400 calorie al giorno e permette di perdere in una settimana più o meno un chilo di peso. Si tratta di un regime molto completo, che si deve seguire per un mese, e che, al bisogno, può essere ripetuta anche per un altro mese. Per dimagrire più velocemente bisogna sostituire la pasta tradizionale con quella integrale o con quella di farro.

Vediamo dunque come è possibile dimagrire anche mangiando pasta, il segreto è tutto nella quantità. Prendiamo ad esempio in analisi 100 grammi di spaghetti, la cui composizione è la seguente: 75% carboidrati, 13% proteine, 10% acqua, 2% grassi. Il colesterolo è pari a zero, mentre le calorie sono circa 370, in base al tipo. Nutrirsi di pasta almeno una volta al giorno è anche ciò che consigliano dietologi e nutrizionisti.

Il programma alimentare prevede un piatto di pasta al giorno, condita con sughi leggeri a base di verdure. È consigliato a cena mangiare alimenti che contengono proteine come carne, pesce, formaggio e cucinati sempre in modo leggero e mai fritti. Per favorire la depurazione dell’organismo è importante bere due litri di acqua al giorno. E’ concesso un cucchiaio di olio extravergine di oliva al giorno per condire e cucinare, in alternativa potete usare le seguenti alternative: vinacciolo, sesamo, girasole, soia spremuti a freddo. Per insaporire i cibi, ci si può servire di aromi e spezie nelle quantità desiderate. Preferire l’aceto di mele e il limone all’aceto di vino dal gusto più deciso.

Schema alimentare della dieta della pasta



Regole da seguire tutti i giorni



Colazione: caffè, caffè d’orzo, tè, tè verde, un cappuccino preparato con latte parzialmente scremato, 6 biscotti secchi o 4 fette biscottate con un velo di marmellata senza zuccheri aggiunti, un vasetto di yogurt magro alla frutta, frutta fresca di stagione (frutti di bosco, melone, mele, pere, kiwi).



Spuntino e merenda: un frutto o uno yogurt, una tazza di tè verde con un pacchetto di cracker, una spremuta agrumi (pompelmo, arancia) oppure succo di frutta senza zucchero.
Lunedì
Pranzo: pasta con la rucola, verdure alla griglia
Cena: pollo o tacchino alla griglia oppure cotto nella pentola a pressione; verdura bollita (spinaci, verza, bietola)

Martedì
Pranzo: pasta condita con pomodoro fresco e basilico; verdura ai ferri
Cena: pesce cotto al forno con acqua e spezie, verdure ai vapore

Mercoledì
Pranzo: insalata di riso con verdure;verdura bollita oppure ai ferri
Cena: formaggio fresco magro tipo stracchino, caciotta o ricotta, verdure al vapore

Giovedì

Pranzo: pasta con piselli, verdure alla griglia.
Cena: 200 grammi carne di vitellone, manzo o maiale magro alla griglia; verdure bollite

Venerdì
Pranzo: 100 grammi di tagliatelle condite con 40 grammi di salmone fresco passato in padella con olio, sale e pepe, radicchio rosso grigliato
Cena: : zuppa di farro o di orzo con legumi a scelta (fagioli, piselli, lenticchie, ceci) in brodo di dado; verdure alla griglia.

Sabato
Pranzo: 100 grammi di carne di maiale magra cotta alla piastra, zucchine e melanzane grigliate
Cena: 200 grammi di pesce a scelta, esclusi crostacei e molluschi alla griglia o al cartoccio con aromi, verdure al vapore

Domenica
Pranzo: 100 grammi di ravioli ricotta e spinaci con salsa di pomodoro e un cucchiaino di parmigiano grattugiato, fagiolini lessi
Cena: una pizza margherita, insalata verde, una coppetta di fragole o frutti di bosco con succo di limone

FONTE:www.dietaonline.itdieta-pasta-610x300.jpg

DIETA DELLA PASTAultima modifica: 2013-02-07T13:02:56+00:00da oroeargentea
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “DIETA DELLA PASTA

I commenti sono chiusi.