COLORITO LUMINOSO ANCHE IN INVERNO

Maschera alle carote fai da te: colorito luminoso anche in inverno.
La maschera alla carota è un trattamento di bellezza fai da te. Bastano pochi ingredienti per ottenere un concentrato di vitamine e sostanze emollienti davvero efficace.
Le carote sono un concentrato di salute sia per il corpo, sia per la pelle.
Naturalmente antisettiche e ricche di vitamine come carotene e ferro, le carote sono facilmente reperibili tutto l’anno e utili per fare deliziose ricette di bellezza. Le maschere fatte in casa a base di carota sono ideali per riequilibrare la pelle grassa, ma, mescolando altri ingredienti come avocado o olio d’oliva, questa maschera può essere utile per diversi tipi di esigenze.
Il trattamento fai-da-te alla carota, infatti, permette di idratare, disinfettare e donare colorito alla pelle, curando contemporaneamente le piccole imperfezioni come la pelle secca o punti neri e rughe. Ecco come si fa una maschera purificante alla carota ottima per ogni tipo di pelle.
Maschera-peeling alla carota fatta in casa
1 Pelare una carota di grandi dimensioni e cuocere a vapore
2 Frullare e schiacciare con una forchetta creando una poltiglia cremosa
3 Mescolare un cucchiaino di miele e uno di olio extra vergine di oliva
4 Aggiungere qualche goccia di succo di limone. Se avete la pelle secca, aggiungete circa 8 gocce di limone mentre, se avete la pelle grassa, aggiungetene fino a 1 cucchiaio
5 La miscela non deve essere nè troppo liquida nè troppo densa. Per ottenere la consistenza desiderata aggiungete un po’ d’acqua
6 Applicare la maschera alla carota sul viso pulito e sul collo se lo si desiderate evitando contorno occhi e bocca
7 Lasciate agire per 10 -15 minuti e lavate con acqua tiepida. Tamponate e asciugate con un panno di cotone morbido. Applicate la crema antirughe o idratante e, immediatamente dopo, quella per il contorno occhi.

Fonte:http://www.donnaclick.it20121022102100.jpg

COLORITO LUMINOSO ANCHE IN INVERNOultima modifica: 2013-02-18T17:19:49+01:00da oroeargentea
Reposta per primo quest’articolo